Consapevolezza delle emozioni 1 - Orizzonte Consapevolezza delle emozioni 2 - Fuoco

IL SECONDO FONDAMENTO DELLA MINDFULNESS:

FARE AMICIZIA CON LE EMOZIONI.

L’essenza di tutta la vita spirituale, sono le vostre emozioni. Dalai Lama

Nella nostra cultura, spesso non siamo stati educati a familiarizzare con i nostri vissuti emotivi: non siamo stati incoraggiati a percepirli, discriminarli, né a discuterne e condividerli. Anche da adulti, la maggior parte di noi, ha scarsa familiarità con le emozioni: facciamo fatica a riconoscerle, a sentirle nel corpo, ad esprimerle, ad essere empatici con le emozioni degli altri.
Questo è particolarmente vero per le emozioni dolorose: la nostra cultura infatti, incoraggia la soppressione del dolore, sia fisico che emotivo e ci incoraggia ad assumere medicine ogni volta che ci sentiamo malati, tristi, o impauriti.
Di solito quando proviamo un’emozione spiacevole (rabbia, tristezza, paura, o vergogna) tendiamo ad allontanarci da quello che proviamo il prima possibile. Siamo ostili con le nostre emozioni spiacevoli perché spesso, ci portano in luoghi dolorosi della nostra storia e ci fanno sentire vulnerabili.
Per il nostro benessere psico-fisico invece, le emozioni, così come ogni altra esperienza, devono essere libere di fluire, di andare e venire. Se vengono combattute, creano stress nel sistema corpo-mente.

La prospettiva della mindfulness ci invita a metterci in relazione con le nostre emozioni in maniera totalmente diversa. Ci chiede di sperimentare il contrario di quello che siamo abituati a fare.
Ci chiede di avvicinare le emozioni difficili come se fossero un AMICO, e ad ACCOGLIERLE nello spazio della consapevolezza, che significa voltarsi a guardarle direttamente, farci amicizia, anche quando non ci piacciono o ci spaventano, perché tutto ciò a cui prestiamo un’attenzione coraggiosa e gentile, è una straordinaria opportunità per riconnetterci con la nostra saggezza interiore.
La prospettiva della mindfulness ci invita a prenderci una cura maggiore non solo delle emozioni spiacevoli, che spesso evitiamo, ma anche delle nostre emozioni piacevoli.
Ci ricorda che la vita accade solo qui, in questo preciso momento e non domani.
Ci invita ad APPREZZARE quello che abbiamo adesso, a riconoscerne il valore.
Primo tra tutti, il valore della nostra VITA. Siamo vivi. E questo è il tempo migliore che possiamo vivere. Ci invita ad apprezzare le cose SEMPLICI DELLA VITA e a GODERNE.
Ci invita ad INNAFFIARE I SEMI DELLA GIOIA. Ci invita a coltivare la GRATITUDINE per le piccole e le grandi cose della nostra vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *